E adesso gli Astros vogliono anche la luna!

E con quella di ieri fanno undici. Pare che gli Houston Astros abbiano trovato proprio la marcia giusta dopo la nomina di Phil Garner come nuovo manager a metà luglio. Continuano nel loro travolgente rally verso la conquista della wild-card e, alla luce del 9-7 sui Cincinnati Reds, hanno quasi del tutto completato l’inseguimento sui Chicago Cubs che conservano solo mezza partita di vantaggio. A spianare il terreno agli Astros, allungando ulterioremente la winning streak, è stato un perfetto Roy Oswalt che in casa ha vinto la sua diciassettesima partita sul mound con 9 strike-outs. Oswalt è la ‘bestia nera” dei Reds che non sono mai riusciti a sconfiggerlo. Per Mike Lamb 3 punti battuti a casa (incluso un fuoricampo da 2), un homerun ed un triplo per Beltran, nelle file di Cincinnati si salva solo Sean Casey autore di ben 2 fuoricampo.
Passato l’uragano Frances, i Florida Marlins tornano in campo dopo 5 giorni e agevolmente hanno la meglio sui New York Mets per 7-3. Sorridono i Marlins per l’ottavo successo di fila (anch’essi in lotta per la wild card della NATIONAL LEAGUE), versano lacrime i Mets, travolti per la decima volta. Miguel Cabrera si distingue nel box tra i campioni in carica contro Tom Glavine, i cui compagni battono solo 3 misere valide.
Si arrendono 4-2 in casa i San Diego Padres contro i St. Louis Cardinals che hanno salutato con grande entusiasmo, il ritorno nelle Majors, dopo oltre 3 anni di assenza per infortunio, del lanciatore mancino Rick Ankiel, seppure per un solo inning come rilievo del vincente Suppan (imbattuto in trasferta). I due punti decisivi al sesto ad opera del pinch-hitter Roger Cedeno che legna un gran doppio.
Al Coors Field di Denver, Barry Bonds batte il quarantesimo fuoricampo stagionale (meno 2 dal traguardo dei 700 HR) ma non basta ed i Colorado Rockies trionfano 8-7 sui San Francisco Giants, appaiati agli Astros. Mark Sweeney entra come pinch-hitter e offre ai Rockies un grande slam, Burnitz all’ottavo con un fuoricampo da 2 punti mette la parola fine al match.
Una maratona di circa 4 ore ma alla fine i Montreal Expos espugnano il Wrigley Field per 7-6 sui Chicago Cubs che impiegano ben 8 lanciatori. E’ Brian Schneider al dodicesimo inning a sbloccare il risultato con un singolo ma tra gli Expos spicca anche Endy Chavez (4 hits). Tra i padroni di casa, ottima ma inutile performance per Corey Patterson che chiude a 4/6 con un paio di fuoricampo.
Grande slam di Robin Ventura (diciottesimo in carriera) ed i Los Angeles Dodgers strappano un convincente 8-2 sugli Arizona Diamondbacks. Vince Hideo Nomo, non accadeva dal 21 aprile scorso, dopo 2 mesi lontano dai campi di gioco a causa di un’infiammazione.
Torna alla vittoria dopo un’attesa lunga quasi 2 anni Dave Williams grazia al quale i Pittsburgh Pirates piazzano un rotondo 2-0 sui Milwaukee Brewers.
Infine, rinviata per pioggia la sfida tra Atlanta Braves e Philadelphia Phillies che si affronteranno oggi per un double-header.

Ancora in ‘slump”, nella AMERICAN LEAGUE, i Tampa Bay Devil Rays che incassano un 11-2 dagli scatenati New York Yankees, 16 valide complessive. Gary Sheffield, Alex Rodriguez e Hideki Matsui protagonisti della serata (4 valide il primo, doppio da 2 punti per A-Rod ed il nipponico) insieme a Jon Lieber che trafigge con i suoi lanci ben 9 battitori avversari. Da segnalare il fuoricampo di Rocco Baldelli da 2 punti al primo inning per Tampa, al nono stop consecutivo.
Si mantengono a ridosso dei primi della classe i Boston Red Sox che raccolgono un importantissimo successo contro gli Oakland Athletics (7-1) grazie a Kapler (3/4), Millar (3/3) e Damon a segno con 3 fuoricampo.
I Texas Rangers interrompono il recente poker dei Chicago White Sox battendoli 10-3 con Kenny Rogers sul mound (17esima affermazione personale) e con il contributo in attacco di David Dellucci (doppio a basi cariche), Alfonso Soriano e Mark Teixeira.
Sempre in casa, 5-2 degli Anaheim Angels sui Toronto Blue Jays. Domina sul monte di lancio per 7 riprese Bartolo Colon, mentre esplodono i 2 fuoricampo pesanti di Chone Figgins e Garret Anderson.
Infine, parliamo di due belle vittorie in trasferta. Con 13 valide all’attivo, i Kansas City Royals strappano un 6-2 ai danni dei Detroit Tigers. Sul 2-2, determinante al settimo il singolo di Calvin Pickering mentre Dee Brown piazza un fuoricampo da 2 punti consentendo a Jimmy Serrano di ottenere il suo primo successo in Major League.
Scivolano in casa, 3-1, i Baltimore Orioles sotto i colpi dei Minnesota Twins, leader della Central Division della AL. Dopo aver raggiunto l’1-1 all’ottavo inning, I Twins passano avanti nell’ultima ripresa con la botta vincente di Mike Cuddyer che ammutolisce l’Oriole Park al Camden Yard con un fuoricampo da 2 punti. 39esima salvezza per Joe Nathan.

Informazioni su Filippo Fantasia 595 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, Filippo Fantasia scrive di sport USA ed in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale di Media Relations. Dal 1992 collabora con "Il Giornale" occupandosi di baseball italiano, internazionale e di Major Leagues. In precedenza, aveva scritto per circa 6 anni per "Tuttosport" seguendo campionati italiani, coppe europee, Europei, Mondiali etc. Ha svolto attività giornalistica per numerosi quotidiani nazionali e locali ("La Stampa", "Il Resto del Carlino", "Il Tirreno", "Corriere di Rimini") e testate periodiche (tra cui "Guerin Sportivo", "Play-off", "Newsport", “Baseball International”, "Sport Usa", "Tuttobaseball" etc.). In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti dell’area romana quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 è stato curatore di una produzione video dal titolo "Fantastico Nettuno", un vhs dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*