A Cuba brillano Industriales e Villa Clara

Completata la prima settimana della 49esima Serie Nacional cubana, in evidenza alcuni eventi significativi come le sei vittorie degli Industriales, l'inizio stentato dei Vaqueros de L'Avana (campioni in carica) e l'avvio incerto anche di Ciego de Avila, la squadra che ha vinto più partite la scorsa stagione.
Gli Industriales, guidati da German Mesa, sembrano determinati a cancellare la brutta figura dello scorso campionato, quando non riuscirono ad ottenere la qualificazione ai playoff, un "incidente di percorso" che aveva però ridotto diminuito la simpatia dei capitolini.
Per questo motivo, gli "azules" della capitale hanno effettuato grandi cambiamenti nelle proprie file, rafforzando il reparto lanciatori e la difesa in diamante, ma soprattutto facendo un eccellente preparazione che si è conclusa con un quadrangolare in cui hanno convocato i 100 migliori giocatori della città da scegliere ed inserire in base alle loro prestazioni. Finora tutto sembra funzionare bene, a meno che non torni a tormentare la squadra l'ondata di infortuni che hanno caratterizzato – in negativo – la scorsa stagione. Solo il tempo ed il campo potranno dimostrare alle centinaia di migliaia di tifosi che i "Leones" possono correre per lo scudetto.
I Vaqueros de L'Avana, invece, non sembra abbiano effettuato una buona preparazione, visto che l'attacco è stato abbastanza debole e pochi uomini sono riusciti ad arrivare in base, come ampiamente dimostrato dalla prima settimana di gioco. Se affianco al potente monte di lancio l'attacco non risponderà in modo adeguato, potrebbero crearsi dei problemi per la squadra de L'Avana, perché nel baseball – si sa – servono punti per vincere. Alla squadra de L'Avana sarebbe davvero urgente avere a disposizione Ernesto Molinet, un seconda base che l'anno scorso ha contribuito in modo pesante con la sua mazza alla causa del gruppo allenato da Esteban Lombillo. E per rimarcare le scialbe prestazioni, i Vaqueros hanno vinto la gara inaugurale contro Villa Clara e la successiva contro Sancti Spiritus, ma hanno perso le restanti cinque, di cui tre di fila contro Cienfuegos.
Ciego de Avila può contare su una formazione che pare la più completa del campionato cubano, anche se fatica a segnare punti, con una difesa disastrosa (10 errori), da qui il saldo negativo di due vittorie contro quattro sconfitte. "Los Tigres" hanno comunque tutti i requisiti per raggiungere la condizione ottimale, in un torneo che è appena iniziato.
Villa Clara e Santiago de Cuba hanno iniziato molto bene rispetto al loro potenziale e all'antica tradizione. I primi, gli "arancioni" della liga oriental, seguono lo stesso passo degli Industriales (sei vittorie ed una sconfitta), mentre Santiago, 4-2 il record, sarebbe intenzionato a cancellare la delusione dello scorso campionato quando fu eliminato a sorpresa per mano di Villa Clara.
In 46 partite si sono visti 63 fuoricampo, una media di 1,4 a gara, 3. 96 la media dei punti a partita. La media battuta si aggira intorno ai .268, 154 doppi, 20 tripli e 63 homerun. In difesa sono stati finora commessi 79 errori (sempre in 46 partite), numero importante per la qualità espressa dal baseball cubano. Ciego de Avila è in cima a questa non certo gradita lista, con 10 errori, peggior difesa del campionato.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*