Bologna inarrestabile, e ora chi fermerà l'Unipol?

Un'altra doppietta per la Unipol Fortitudo che si è liberata agevolmente anche del Toshiba Enegan Mastiff Grosseto e rimane solitaria in vetta alla classifica a punteggio pieno, con otto successi in altrettanti incontri disputati. Le due gare si sono disputate entrambe il sabato, dribblando un clima un po' variabile, che non ha risparmiato qualche scroscio di pioggia. Gara1 è stato un completo dominio biancoblu, interrotta per manifesta superiorità con il risultato di 12 a 1 al settimo inning. La squadra bolognese ha ottenuto nella circostanza ben 17 valide in soli sei inning offensivi, delle quali tre a testa sono state battute da Alessandro Vaglio, Daniele Malengo e Francesco Fuzzi, fra i protagonisti del weekend a livello offensivo. Altra convincente e autoritaria prestazione di Matteo D'Angelo sul mound, a concedere appena 3 valide e una base in cinque riprese, con tranquillo rilievo finale di Mattia Barbaresi, incolpevole sul punto della bandiera ospite entrato al settimo inning. Di altro tenore gara2, che i bolognesi hanno vinto con il risultato più contenuto di 3 a 1. Un punteggio tuttavia che non deve far credere che l'Unipol Fortitudo ha vinto un match combattuto, semplicemente i pitcher stranieri maremmani, diversamente dai colleghi italiani del pomeriggio, hanno saputo limitare le mazze biancoblu, salvo quelle di Claudio Liverziani (4 su 7 nel weekend, con un doppio e 2 RBI) e Chris Aguila (suoi i 3 RBI di gara2) che hanno prodotto le segnature necessarie per portare a casa il risultato. Gli ospiti non hanno saputo produrre veri pericoli, in valida al primo inning e di nuovo altre due al nono, buone per ottenere il punto della bandiera, in una gara che ha visto il forfait all'ultimo momento di Moreno, splendidamente sostituito come partente da Raul Rivero, ottimamente rilevato da Junior Oberto, con salvezza di Carlos Richetti.
Dunque, sul campo grandi notizie per la squadra bolognese, meno dall'infermeria. Se per Luca Bischeri, se tutto va bene, occorre attendere altre due settimane per vedere il suo rientro, decisamente complicata la situazione di Nick Nosti, i cui malanni al ginocchio dovranno probabilmente essere risolti con intervento chirurgico, fattore che rende difficile prevedere tempi di rientro in squadra. A questi si è aggiunto all'ultimo momento Victor Moreno, che ha manifestato un dolore al braccio che gli ha impedito di scendere in campo sabato sera. Non è allarme rosso, ma la situazione non è da sottovalutare, anche perché il calendario per i biancoblu si fa un po' più in salita e le qualificazioni europee, se non son proprio dietro l'angolo, non sono nemmeno fra sei mesi. In questo momento l'organico a disposizione di Marco Nanni è ridotto all'osso, con formazione praticamente obbligata. E' vero che è rientrato Alex Bassani, ma trattandosi di un esordiente assoluto IBL si può ipotizzare per lui una stagione di apprendistato, di supporto alla squadra, per giocare o subentrare, come è avvenuto sabato pomeriggio, in determinate partite o spezzoni delle stesse, quando ci sono le condizioni. Sarà importante dunque il supporto di qualche atleta del Rovigo per allungare un po' di più le rotazioni, mentre per quanto riguarda il lanciatore, pur essendo il pitching staff biancoblu ben fornito di qualità e anche di quantità, giova ricordare che si tratta del giocatore al quale lo staff tecnico ha affidato il ruolo di partente straniero, dunque una situazione da risolvere in fretta, in un modo o nell'altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*