T&A contro UnipolSai, primo scontro al vertice

Dopo i primi verdetti dell'opening week con Rimini e San Marino a punteggio pieno, l'IBL 2015 ha in programma la prima sfida di vertice, stando almeno ai pronostici della vigilia.
E' ormai un classico il confronto fra Bologna e San Marino con il primo atto che si giocherà sotto il monte Titano domani alle 20.30 in casa dei campioni d'Europa della T&A San Marino, mentre al Gianni Falchi, casa dei campioni d'Italia dell'UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, è già tutto pronto per il big match, in programma sabato sempre alle 20.30.
I felsinei attaccheranno il primato in classifica che i sammarinesi condividono con i "cugini-rivali" di Rimini ma la società bolognese guarda avanti dopo la prima sconfitta subita contro il Padova.
Il manager biancoblu Marco Nanni non si sottrae all'ultimo giudizio sullo scorso weekend di gioco: "… quando si perde, come è successo in gara1, i motivi difficilmente sono solo uno e in questo caso ci sono state alcune concause che si sono incatenate, compreso il fatto che giocavamo la prima di campionato, che 'accorcia le distanze' fra una squadra e l'altra. Ci è dispiaciuto perdere e abbiamo avuto la conferma che il Padova è una buona squadra che ambisce al quarto posto. Il giorno dopo si sono ristabiliti gli equilibri, anche in misura piuttosto ampia rispetto agli stessi. C'è stata una reazione e abbiamo dimostrato di poter giocare in serenità dopo una sconfitta come quella di venerdì".
Per molti, sul banco degli imputati il nuovo lanciatore americano, Marquis Fleming, che ha avuto un impatto difficile con il nostro campionato. "Marquis ha dalla sua una settimana in più di allenamento – prosegue Nanni – e con temperature meno fredde rispetto alla precedente. La sua prestazione non sarà giudicata tanto dal risultato, rendendoci conto che contro il San Marino non è mai una partita molto 'comoda', quanto da altri indicatori di tipo tecnico", dunque si guarderà alla qualità dei lanci, all'atteggiamento sulla collinetta, per capire se il nuovo lanciatore potrà inserirsi al meglio nel nuovo ambiente. Il manager biancoblu tuttavia tiene a precisare che "…. da buoni bolognesi ci siamo abituati a mangiare bene, ma bisogna accettare il fatto che la qualità delle sfide come quella fra Williamson e Guerra per un po' di tempo non la vedremo più in Italia, insomma, se posso fare una battuta, dobbiamo riabituarci a mangiare pasta e fagioli …".
Seppure anche quest'anno dai manager ci siano bocche cucite sulle rotazioni dei lanciatori – e il bolognese a ragione si adegua non comunicandole – si può solo immaginare che venerdì sotto il Titano o sabato al Falchi si possa anche vedere questa inedita sfida fra Marquis Fleming e Romulo Sanchez, preceduta o seguita da quella fra De Santis e Pizziconi, a meno che le sorti non si incrocino. Lo stesso Nanni, prima di esprimere un giudizio completo sul San Marino, ha bisogno di capire la consistenza del mound avversario, proprio a partire dagli stranieri, mentre per quanto riguarda lineup e difesa: "San Marino è una squadra sempre più esperta che sa giocare nel modo giusto nei momenti importanti; i battitori li conosciamo meglio rispetto ai nuovi lanciatori e negli ultimi anni hanno dimostrato di essere una squadra di vertice che si può confermare tale anche in questa stagione e nelle prossime".
La nuova T&A versione 2015 ha un lineup estremamente forte ed esperto composto dall'eterno Jairo Ramos, dagli stranieri Vasquez e Duran, oltre ad italiani "tosti" come Francesco Imperiali, Avagnina, Mazzuca e Albanese. A questi si sono aggiunti una vera e propria "icona" del baseball italiano, come Mario Chiarini (3 su 8 con due doppi il primo weekend), strappato al Rimini assieme all'interbase Santora, mentre Gabriele Ermini, uno di quelli che ha lasciato un ottimo ricordo sotto le due torri, è tornato a calcare i campi IBL proprio sotto il Titano. Sul mound, alla coppia Sanchez – Rodriguez è affidata la gara del lanciatore straniero, con il supporto di Teran, mentre, per quanto riguarda gli italiani, fiducia a Andrea Pizziconi, supportato dagli esperti Junior Oberto e Yovani D'Amico e dal più giovane Ercolani. Lo stesso Pizziconi proviene dal Nettuno2, avversaria dello scorso weekend, che a sua volta ha "ricevuto" dal San Marino i lanciatori Andreozzi e Simone oltre al forte ricevitore/esterno Reginato.
Per quanto riguarda l'infermeria bolognese, ancora stop per Panerati, anche se la schiena migliora, mentre Marinez dovrebbe tornare disponibile dopo i malanni al ginocchio, allungando le rotazioni nella gara del pitcher straniero. Quasi risolti anche l'acciacco alla spalla di capitan Liverziani e i risentimenti alla schiena di Russo. Il manager comunque si riserva di decidere domani la formazione, dopo l'ultimo allenamento
Come sempre, radiocronache da RADIO INTERNATIONAL BOLOGNA  89.8, alle frequenze di 89.8 MhZ per la città di Bologna, oppure in streaming sul sito web della radio .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*