Pirati, sul monte arriva anche Logan Duran

Era da parecchio tempo che il mercato del batti e corri italiano non faceva registrare così tanti movimenti. Dai ritorni a casa di Poma, Sambucci e Ambrosino, ai colpacci Mazzanti e Maestri di Bologna e San Marino, al restyling totale dei Pirati neo campioni d'Italia.
Rimini infatti ha cambiato completamente volto: rispetto alla scorsa stagione hanno salutato Rosario, Richetti ed Escalona sul monte di lancio, Giovannini dietro il piatto oltre a Bertagnon che ha chiuso la carriera. Via anche Caseres e Vasquez, Malengo e Infante. La batteria pitcher-catcher è stata quella più rivoluzionata, tra i lanciatori è rimasto solo Hernandez al quale la società riminese ha affiancato Ruiz, Kelly, Soleana, Marquez (è ai dettagli con Morellini) e ultimo in ordine di tempo, Logan Duran annunciato proprio oggi. Era da un po' di tempo che il presidente Pillisio aveva messo gli occhi su questo pitcher destro dell'81 nativo di Monte Cristi in Repubblica Dominicana. Il suo top in carriera l'ha raggiunto nei campionati messicani, sia in AAA che nella Lega invernale. Ha giocato anche nel suo paese e ora sta lanciando in Venezuela dove al momento ha un bilancio di 4 vittorie e 2 sconfitte e una media pgl di 3.06. Nella Lega invernale venezuelana veste la casacca degli Aguilas de Zulia, la stessa squadra di Alex Romero che la proprietà neroarancione ha rimesso sotto contratto.
La conferma è arrivata in giornata ma già due settimane fa il presidente onorario Rino Zangheri aveva anticipato tutti in conferenza stampa annunciando il ritorno di quello che lui stesso considera il suo "figlioccio". Tutti conoscono Romero che ha vinto in Italia lo scudetto del 2015 e ha lasciato un grandissimo ricordo nella tifoseria riminese per le sue doti di slugger ma anche di ottimo esterno. In tre stagioni con la casacca dei Pirati ha giocato 138 partite battendo 12 homer, 198 rbi e chiudendo con una media battuta complessiva di .360. Dopo aver salutato il campionato italiano ha giocato in Messico, ha superato anche un problema al ginocchio e ora sta disputando la Lega venezuelana dove ha una media di .296.
Romero dunque va a comporre la linea degli esterni con Celli e Garbella, il diamante sarà composto da Ustariz in prima, Zappone e Noguera si alterneranno in seconda, Di Fabio difenderà l'hot corner e Angulo sarà l'interbase, con le altre due novità Llewellyn e Cit dietro il piatto di casa base.

Carlo Ravegnani
Informazioni su Carlo Ravegnani 54 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*